08 settembre 2008

una cena pantesca..rientro con dedica

ed eccomi di ritorno dopo 2 splendide settimane trascorse a Pantelleria ...l isola vulcanica del silenzio, dalla natura selvaggia e dai colori intensi e dai sapori forti
Anche quest anno ho trovato splendide persone e vissuto emozioni indimenticabili !
Vorrei dedicare questo post a Ninni e Silvia della Rosa dei venti ...2 splendide persone che con la loro semplicità invitano gente nel loro dammuso e tutti assieme ad una tavolata regalano serate splendide e ottime mangiate!!!
ecco alcune foto di leccornie gustate da loro :

sgombro freschissime marinato

ricci di mare

spaghetti con l ammogghiu
ricetta :
Spezzettate i pomodori che avrete già spellato in acqua bollente; in un mortaio pestate l'aglio con il sale, il basilico , le mandorle e la mentuccia fino a creare una cremina e amalgamatela al pomodoro con l'aggiunta di olio, sale e peperoncino. Al momento di condire la pasta potrete aggiungere una spruzzatina di origano.



e per finire i baci panteschi ...questi sono stati fatti da Fortunato , un nonnino speciale !

baci panteschi :
( ricetta presa da internet )
Montate i tuorli con 2 cucchiai di zucchero semolato; incorporate la farina setacciata, il latte e gli albumi montati a neve con una presa di sale. In una terrina a parte amalgamate la ricotta passata al setaccio con lo zucchero rimasto e il cioccolato. Stendete l'impasto e ricavate dei dischetti di 6 cm. di diametro; friggeteli in abbondante olio caldo e poneteli su carta da cucina a perdere l'unto in eccesso. Farcite le cialde a due a due con la crema di ricotta e spolverizzate i baci di zucchero a velo.
Variante:
se disponete dell'apposito attrezzo per cialde di forma circolare, allestite una pastella più morbida con 2 uova, 3 dl di latte, 2 cucchiai di zucchero semolato, 250 gr. di farina e un pizzico di sale. Immergete il ferro nell'olio caldo per scaldarlo; passatelo subito nella pastella e tuffatelo nell'olio, tenendolo immerso fino a quando il composto non si sarà rappreso, dorandosi in modo uniforme. Staccate, quindi, la cialda dall'attrezzo e lasciate perdere l'unto su carta assorbente; infine, farcitele a due a due con la crema di ricotta.



9 commenti:

unika ha detto...

bellissime ricette ma quella degli spaghetti la trovo fantastica:-)
Annamaria

tina ha detto...

Ciao Irene, che bella vacanza e quante leccornie!
Ciao
Tina

Simo ha detto...

Bentornata, son felicissima di sapere che la vacanza è andata bene....
ottimo pranzetto...con finale dolcissimo!!!!!!!Slurpppp

salsadisapa ha detto...

ossignur... non dovrei girare per blog all'ora di pranzo! :D hai tutta la mia invidia per questa bella vacanza e relativo pesce freschissimo! e cmq ti rubo la ricetta dei baci :)
baci!

Saretta ha detto...

Pantesca??Ma è pantagruelica!!!
pantelleria , un sogno che prima o poi dovrò realuizzare!Complienti!
saretta

Maya ha detto...

ricambio la tua visita.. ma questo menù è da sballo.. amo il pesce!!! a presto

Arietta ha detto...

insomma non ci siamo fatte mancare niente neanche qui eh? che meraviglia!!!!! un bacione!

unika ha detto...

se passi da me c'è un premio per te:-)
Annamaria

Viviana ha detto...

ciao!! la pasta con l'ammogghiu non l'avevo mai sentita! la proverò sicurissimamente!
chissà, magari mi consola dalla voglia di ricci che mi è ventua guardando la tua foto :D smaackkk